ACETATO

Molto durevole e derivato da composti contenuti in alcune piante come il cotone. Le montature di acetato vengono realizzate con lastre di acetato di diversi colori fuse termicamente. Oltre ad altri vantaggi, la sovrapposizione di strati diversi consente di ottenere una vasta gamma di nuovi colori e sfumature.


LEGNO

Legno

Utilizziamo legnami di primissima scelta, sia di essenze comuni che ricercate, molto pregiate provenienti da foreste FSC (forest stewardship Coucil). La scelta della tipologia del legno è dettata dalla flessibilità e dalla resistenza. La leggerezza che il legno conferisce alla montatura è eccezionale, quasi non si sentono gli occhiali sul viso. Il legno utilizzato è rivestito da una patina ipoallergenica, che protegge il legno dall’acqua e dall’usura del tempo

LEGNO ZEBRANO: è caratterizzato da venature marcate e parallele; è un legno originario dell’africa occidentale e precisamente nelle zone del Camerun, Gabon, Congo e Guinea Equatoriale.Il colore del legno di Zebrano va dal grigio chiaro al giallo, con venature in contrasto di struttura rigata e parallela di color marron scuro.

LEGNO BAMBOO: secondo diversi studi il legno di Bambù è un materiale da costruzione molto forte e resistente, flessibile, adattabile, di diverse qualità estetiche ed anche eco-sostenibile. Il Bambù gigante Onlymoso è una graminacea e cresce molto rapidamente – più di 100 cm al giorno – e può produrre quasi 20 volte più legname di un numero pari di alberi di altro tipo. Può essere utilizzato sia come materia di finitura che come struttura.
Grazie a questa sua rapidità di crescita non ha un costo elevato sebbene sia un tipo di legname pregiato. A livello ambientale, oltre a purificare l’aria generando ossigeno, non crea inquinamento in quanto la sua coltivazione non necessita di fertilizzanti rispettando il suolo.

LEGNO NOCE: è un albero maestoso forse originario dell’Asia; cresce in ogni parte d’Europa, ha un colore grigio-bruno con venature più scure, qualche volta nere o rossastre; venne ed è considerato uno dei migliori legni, sia a livello estetico sia per la sua duttilità, si taglia bene, ha una durezza media ed è perfetto negli interventi di pulitura e lucidatura.

LEGNO ACERO: cresce ovunque, ha una magnifica chioma fogliare a cupola, alto fino a 35 metri, è un legno bianco con gradazioni rossastre e sfumature che vanno dal giallastro al violetto. È molto duro con grana fine, riceve un’ottima pulitura e brillante lucidatura.

LEGNO TECK: i toni del legno di teak variano da un marrone medio a un bruno dorato. La struttura ben accentuata è inoltre attraversata da marezzature linguiformi che si creano con le cosiddette “venature”. Questo tipo di legno si trova solo nelle foreste dell’Asia, delle regioni tropicali dell’America del Sud e dell’Africa occidentale.

LEGNO EBANO: è originario dell’India, di Giava, e del Madagascar. È un legno di colore nero intenso, illuminato da riflessi rosso cupo; durissimo, compatto, di grana finissima, non si screpola, non e attaccato dagli insetti,

LEGNO BETULLA: il legno della betulla ha un colore bianco-giallastro ma anche bianco-rossiccio e con il tempo il durame può diventare marrone o marrone scuro. A volte, oltre al disegno fiammato, si presenta il motivo della cosiddetta betulla ghiacciata, che assomiglia a un cristallo di ghiaccio sul vetro della finestra. Le betulle crescono in Asia, America settentrionale e in Europa (soprattutto nei paesi scandinavi e baltici).

LEGNO PALISSANDRO: nasce nell’America Meridionale, è legno duro di color bruno con sfumature violette, ha caratteristiche simili al mogano.

LEGNO ALBICOCCO: legno duro e compatto, di colore giallo opaco, impiegato per la lavorazione di intagli e tarsie.

LEGNO FAGGIO: è un grande albero molto vistoso, che può raggiungere i 30-40 metri con un’enorme chioma; prospera ovunque anche su terreni asciutti e rocciosi; di color rosso giallastro con raggi midollari bruno lucenti, legno semiduro e compatto, venato in modo uniforme.

LEGNO ROVERE: si trova in tutta l’Europa, estremamente variabile per forma e dimensioni; di color giallo-bruno con striature giallo oro, non è facile da lavorare. È un legno duro, compatto, pesante.

LEGNO FRASSINO: legno di uso molto comune, di colore bianco-avorio con leggere venature e specchiature madreperlacee. È duro, compatto, resistente, molto flessibile ed elastico.

LEGNO MULTISTRATO: come indica il termine, il multistrato è composto da una sovrapposizione multipla di sottili fogli di legno, ricavati con particolari macchine, dai tronchi. Questi fogli vengono incollati tra loro con le fibre poste in senso alternato e sono sempre in numero dispari (3, 5, 7, ecc.): si ottiene così un pannello particolarmente robusto in cui le tensioni e le deformazioni sono appunto “compensate” dalla disposizione alternata delle fibre.

LEGNO CILIEGIO: legno di uso molto comune, di colore bianco-avorio con leggere venature e specchiature madreperlacee. È duro, compatto, resistente, molto flessibile ed elastico.

LEGNO MOGANO: originario delle Americhe è un legno di colore rosso-bruno riccamente venato, duro, si lavora benissimo, ha grana fine e uniforme, si lucida perfettamente, si ritira poco e resiste al tarlo.

LEGNO SANDALO: il legno di sandalo deriva da una pianta nota con il nome di sandalo citrino ( il nome scientifico è Santalum Album ). Questa pianta appartiene alla famiglia delle Santalaceae e spopola in India ed Indonesia grazie ai climi umidi e tropicali che la caratterizzano. Il legno di sandalo è ricavato dal fusto e dalle radici del sempreverde sandalo citrino

LEGNO QUERCIA: si trova in tutta l’Europa, estremamente variabile per forma e dimensioni; di color giallo-bruno con striature giallo oro, non è facile da lavorare. È un legno duro, compatto, pesante.

LEGNO ULIVO: è la quintessenza del panorama mediterraneo, proviene dall’Asia, è largo e tozzo, raggiunge i 15 metri; verdognolo o giallastro con ricche venature nere o brune. Legno durissimo è compatto ed omogeneo, resiste al tarlo.

LEGNO CEDRO: legno differenziato con alburno biancastro e durame bruno roseo, tessitura fine e diritta. Per la sua lunga durata anche in ambiente esterno è pregiato per costruzioni, travature, traversine ferroviarie… Inoltre, per la sua facilità di lavorazione il ricercare per mobili, pezzi decorativi, intaglio, scultura.


PIETRA

Pietra

Mediante una tecnologia all’avanguardia si spaccano degli strati di roccia riducendoli ad uno spessore di pochi millesimi di millimetro.

Grazie ad uno speciale velo posizionato sul retro del prodotto, si crea una superficie in pietra naturale, completamente compatta e flessibile.

PIETRA QUARZITE: è un tipo di roccia metamorfica composta in netta prevalenza da quarzo. Derivano dallo smantellamento e successivo passaggio metamorfico di quarzoarenite.

Le varietà più incolori, trasparenti e dall’aspetto vitreo sono composte quasi esclusivamente di quarzo. Al quarzo possono essere associati altri minerali quali miche, feldspato potassico, plagioclasi, carbonati, ecc. Data la grande stabilità del quarzo (minerale non alterabile facilmente), le informazioni sul grado metamorfico della quarzite, sono date proprio dai minerali accessori eventualmente contenuti nella quarzite.

PIETRA ARDESIA: detta anche pietra di Lavagna, è una roccia metamorfica di origine sedimentaria

Si tratta di una varietà di scisti calcareo-argillosi facilmente divisibili in lastre sottili, piane, leggere, impermeabili e resistenti agli agenti atmosferici derivanti da metamorfismo di basso grado di rocce sedimentarie dovuto all’erosione di antichi rilievi. L’ardesia è una roccia classificata come tenera o semi-dura. È una pietra compatta, di colore plumbeo-nerastra e facilmente lavorabile

PIETRA ARENARIA: l’arenaria (pietra arenaria se intesa come materiale lapideo) è una roccia sedimentaria composta di granuli dalle dimensioni medie di una sabbia. I granuli possono avere varia composizione mineralogica, in funzione dell’area di provenienza. Tra i grani più resistenti all’abrasione e all’alterazione chimica, comunemente abbondano quelli di quarzo, minerale che, proprio per la sua resistenza, è uno dei costituenti più comuni di queste rocce.


ORGANICO

Un nuovo materiale completamente naturale non utilizzato normalmente nei tradizionali processi di produzione.

4 diversi elementi: Fieno e petali di rosa, Petali di fiordaliso, Polvere di caffè, Muschio

Questi vengono applicati su piastre di supporto secondo un complesso processo produttivo che prevede varie fasi manuali. Le proprietà naturali del materiale rimangono in questo modo quasi completamente integre e permettono una percezione delle materie prime attraverso 3 dei nostri sensi (vista, tatto ed olfatto).

Questo concetto di prodotto “Green” comincia con l’utilizzo di energia “verde” al 100% e termina con i nostri agglutinanti, biodegradabili al 100% e ovviamente privi di bioacidi, plastificanti e solventi. Sono persino adatti al contatto con gli alimenti.

Caffè Fieno Fiordaliso Muschio

LENTI

Nelle giornate di sole, la chiusura delle palpebre e la contrazione delle pupille non sono sufficienti a proteggerti da una forte intensità luminosa.

Indossare occhiali da sole attenua l’abbagliamento e ti procura un comfort visivo immediato.

Inoltre, ti protegge da un pericolo impercettibile a occhio nudo: gli ultravioletti e la luce blu. Le lenti solari ti aiutano a completare la funzione di filtro naturale dei tuoi occhi assicurato dal cristallino e dalla cornea.

Le nostre collezioni di occhiali da sole sono il risultato di un concentrato di tecnologia, innovazione e tendenze, progettate per superare i limiti dell’ordinario:

  • Attrezzi tecnici per aumentare le prestazioni atletiche
  • Protezione essenziale per godere il piacere del sole
  • Un tocco di moda per affermare il nostro stile

Le lenti da sole utilizzate, sia tecniche che estetiche, si trasformano e si adattano a tutte le condizioni di luce solare. Indipendentemente da ciò che ci circonda, le nostre soluzioni innovative offriranno un’esperienza ottica impareggiabile, da un giorno all’altro e nelle situazioni più estreme, reagendosi e trasformandosi secondo l’ambiente circostante per migliorare la visione nel calore dell’azione e per essere all’avanguardia della moda.

Le nostre lenti da sole sono TUTTE rigorosamente MADE IN ITALY, non è un concetto da sottovalutare perché ad oggi pochissime realtà adottano questa scelta di pensiero e di qualità.

CR39

Poliallil-diglicol-carbonato (PADC) è un polimero plastico appartenente alla classe dei poliesteri. L’utilizzo principale di questo materiale è nelle lenti infrangibili ad uso oftalmico (occhiali). Vi sono altri materiali organici ad uso oftalmico ma il CR39 rimane quello di uso più comune e diffuso. Il CR39 è inoltre ampiamente impiegato per la rivelazione di tracce nucleari (particelle alfa, prodotti di fissione) mediante attacco chimico della superficie e successiva analisi con microscopio ottico.

NYLON

Il Nylon, o poliammide, è un nuovo materiale ad alta performance, perché combina i vantaggi del policarbonato e quelli delle lenti in CR-39. Le lenti in nylon hanno una notevole resistenza all’impatto, rimanendo estremamente leggere, e non si rompono quando vengono forate con il trapano (rendendole quindi perfette per alcune forme di montature). Il suo utilizzo è in aumento negli occhiali da sole per uso generico, e per gli sport attivi.

TAC

Lenti polarizzate realizzate in un materiale chiamato Tri-acetato di cellulosa. Le lenti TAC hanno molti vantaggi tra cui l’elevata resistenza all’abrasione, infatti queste lenti sono dotate di straordinaria resistenza ai graffi ed abrasioni. Inoltre le lenti forniscono una bassissima distorsione dell’immagine, molto più bassa di quella fornita da lenti in policarbonato. La lente TAC è più leggera e più sottile rispetto al vetro ed è quindi confortevole anche se indossata per molte ore.

ALCUNE INFORMAZIONI RIGUARDANTI LE LENTI

BASE, o raggio base. Il BC è il valore che descrive la curvatura interna della lente.

CATEGORIA DI PROTEZIONE

Alle lenti viene assegnato un numero che va da 0 a 4 che indica la loro capacità di filtrare la luce.

  • il numero 0 indica una lente molto chiara che lascia passare quasi tutta la luce;
  • il numero 1 indica lenti che trattengono dal 40 all’80% dei raggi solari (occhiali cosmetici);
  • la maggior parte degli occhiali da sole con un buon potere di assorbimento rientra nelle categorie 2 e 3;
  • la categoria 4 ha un potere filtrante pressoché totale.

CELLULOSA “CARTA”

Carta

La cellulosa utilizzata per le nostre borse deriva dal riciclo di fibre secondarie che provengono da alti processi produttivi dell’industria cartaria, come per esempio scarti di produzione di tovaglioli, asciugatutto, carta igienica, pacchetti di sigarette.

Nel processo produttivo vengono raccolti tutti gli scarti che, sottoposti ad un processo di rigenerazione, ritornano utilizzabili come materia prima. Tutta la cellulosa vergine utilizzata nel processo produttivo è fornita da produttori che hanno ottenuto la certificazione FSC (Forest Stewardship Council).

Lavabili in lavatrice a 30 gradi.


VELA

Ricavata dagli avanzi della produzione di vele per windsurf e barche a vela. Recuperiamo gli avanzi di lavorazione aiutando così le aziende produttrici ad abbattere i costi di smaltimento degli scarti. Il materiale è polilaminato nero con base trasparente a media tramatura.